Modalità di iscrizione agli albì

Regione Veneto: modalità di iscrizione agli albi degli educatori professionali socio-pedagogici e dei pedagogisti

Presidente del tribunale della città capoluogo: Dott. Salvatore Laganà

Commissario nominato: 

Decreto di nomina del commissario del 10 giugno 2024

Modalità di iscrizione in albo (scarica avviso tribunale di Venezia): Le domdande possono essere depositate di persona presso la segreteria della presidenza sita presso il Tribunale di Rialto San Polo, 119 dal lunedì al venerdì dalle 09.00 alle 12.30 o tramite posta elettronica certificata all’indirizzo prot.tribunale.venezia@giustiziacert.it, allegando in entrambi i casi la marca da bollo da 16 € pagata in via telematica sul portale Pagopa

Modulo domanda di iscrizione albo pedagogisti

Modulo domanda di iscrizione albo educatori professionali socio-pedagogici

Periodo in cui è possibile presentare le domande: Entro il 4 settembre 2024

Articoli correlati

4 thoughts on “Regione Veneto: modalità di iscrizione agli albi degli educatori professionali socio-pedagogici e dei pedagogisti

  1. Sofia Gallo ha detto:

    Gentilissimo Gianvincenzo,
    io mi sono laureata in Scienze dell’educazione e della formazione (L-19) il 16 dicembre 2020 all’Università degli studi di Padova ed immatricolata il 26 settembre 2017.

    Avrei bisogno di un chiarimento in riferimento alla domanda per l’iscrizione all’Albo degli educatori professionali socio-pedagogici relativo alla regione Veneto:
    In base a quando indicato sopra, quale voce del punto 5) dovrei compilare e in che modo la dovrei compilare?
    Quali documenti allegare?

    In attesa di un suo gentile riscontro lo saluto cordialmente.

  2. Rossana Bernardinello ha detto:

    Preg.mo Gianvincenzo Nicodemo,
    Le scrivo per avere delucidazioni rispetto chi, da anni, svolge il ruolo di ‘pedagogista’ e di ‘Coordinatore pedagogico’ all’interno dei servizi 0/3, con una formazione ‘psicologica’. Tale è la formazione che, per l’accreditamento, veniva richiesta dalla Regione Veneto. Quindi i servizi (pubblici e privati che in convenzione – Cooperative) si sono dotati di figure con formazione in psicologia che poi si sono dedicate e formate come ‘pedagogisti’ (c’è chi ha anche frequentato corsi di Coordinatore psicopedagogico… e altri corsi medesimi di 60CFU); persone che lavorano da oltre dieci/vent’anni. La regolamentazione per queste persone, con contratti a tempo indeterminato, della L.55/24 non mi risulta chiara…
    Lei può aiutarmi?
    In attesa di un suo riscontro Le porgo cordiali saluti.
    Dott.ssa Rossana Bernardinello

    1. Il Decreto legislativo 65/2017 prevedeva già una sanatoria per coloro che fossero in possesso del titolo di coordinatore dei servizi educativi dell’infanzia con titoli che erano validi nelle normative regionali anteriormente al 30 maggio 2017.
      Il comma 3 bis dell’articolo 14 recita infatti:
      ((
      3-bis. Al fine di conseguire risparmi di spesa, continuano altresì ad avere validità per l’accesso ai posti di coordinatore di struttura educativa i titoli conseguiti entro la data di entrata in vigore del presente decreto
      ))
      Ora, tale previsione cascava in un contesto in cui non era scritto da nessuna parte quale dovesse essere la qualifica professionale del coordinatore pedagogico. Altrove (https://www.gianvincenzonicodemo.it/il-pedagogista-e-il-coordinamento-pedagogico-nel-sistema-0-6-anni/) avevo spiegato che il coordinatore pedagogico dovesse essere plausibilmente il solo pedagogista, ma non era scritto da nessuna parte.
      Con l’approvazione della Legge 55 le cose sono cambiate. Il coordinamento viene posto tra le attività di competenza del pedagogista e a questo punto la riserva professionale per i nidi sembra essere divenuta più solida.
      L’articolo 1 della Legge 55/2024 infatti prevede la funzione del coordinamento tra quelle di competenza del pedagogista. A questo punto la riserva professionale diventa applicabile ed entra in gioco anche la sanatoria cui ho fatto cenno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *