Laurea in scienze dell'educazione, pedagogia

Laurea quadriennale in scienze dell’educazione e laurea in pedagogia, le norme che regolano l’istituzione e le equiparazioni ed equipollenze dei titoli di vecchio ordinamento

In principio ci fu la laurea in pedagogia. La laurea in pedagogia era normata dalla Tabella XV allegata al Regio decreto numero 1652 del 30.09.1938. Essa si conseguiva presso le facoltà di Magistero; era strutturata in quattro anni di studio. Si trattava di un percorso fortemente connesso all’insegnamento. Se si quarda gli esami si fa fatica a riconoscere l’evoluzione che le scienze pedagogiche hanno avuto nel tempo. Ad esempio, gli insegnamenti fondamentali erano lingua e letteratura italiana (biennale), lingua e letteratura latina (biennale), storia della filosofia (biennale), filosofia (biennale), pedagogia (triennale), storia (biennale) e lingua e letteratura moderna straniera a scelta (biennale).
Nel 1999, ad esito di un lungo percorso che aveva sancito l’evoluzione della pedagogia in scienze dell’educazione veniva istituito con Decreto ministeriale 17 mggio 1996 la laurea quadriennale in scienze dell’educazione. La laurea in scienze dell’educazione si conseguiva in quattro anni ed era costituita da un biennio generico e un biennio di indirizzo. Il biennio di indirizzo era organizzato in tre indirizzi (insegnanti di scienze dell’educazione; educatori professionali; esperti nei processi formativi)

Quest’ultima era stata dichiarata equipollente con il successivo decreto ministeriale del 17 giugno 1998

C’è un percorso che ha collegato questi due titoli di studio a quelli che sono stati istituiti a fine anni ’90 e ad inizio anni 2000. In questo articolo ho ripercorso le norme che regolano equiparazioni ed equipollenze

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *